Seguici anche su

Cavatelli con sugo alla norma Frantoi Cutrera dal 1906

Sembrerebbe che a dare il nome “Norma” alla ricetta sia stato Nino Martoglio (1870-1921), il noto commediografo catanese, che davanti ad un piatto di pasta così condito esclamò: “Chista è ‘na vera Norma!“, ad indicarne la suprema bontà, paragonandola al capolavoro del grande compositore Vincenzo Bellini, al quale è dedicato il Teatro Massimo di Catania, indiscussa città d’origine di questa ricetta.

Vero simbolo della tradizione culinaria siciliana, la pasta alla Norma è un piatto a base di pasta condita con salsa di pomodoro, e con l’aggiunta successiva di melanzane fritte, ricotta salata grattugiata e basilico fresco. Usa la nostra salsa Segreti di Sicilia e potrai far gustare un piatto davvero speciale!

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 gr farina di grano duro
  • 2 uova
  • Sugo alla Norma (Segreti di Sicilia)
  • Ricotta salata q.b
  • Basilico q.b.
  • Sale q.b.
  • Acqua q.b.

Anzitutto preparate l’impasto per i cavatelli  miscelando la farina, le uova, il sale e l’acqua; versate poca acqua alla volta, fino a ottenere una consistenza compatta, omogenea ed elastica. Quindi formate una palla e lasciate riposare 15 minuti circa.

Passati i 15 minuti, prendete un pezzo di pasta alla volta e  formate un cilindro lungo  non troppo sottile. Dividetelo in tocchetti lunghi 1 cm. Formate ora i cavatelli: prendete un tocchetto di pasta ed esercitando una leggera pressione arrotolateli sul “rigagnocchi” (o semplicemente su una forchetta) arricciandolo ed arrotolandolo su se stesso. Ponete i cavatelli su un vassoio e spolverizzateli con la farina. Potete cuocere i cavatelli anche subito, ma vi consigliamo di lasciarli seccare almeno un paio d’ore sulla spianatoia (o anche in frigo) in modo che abbiamo una consistenza più robusta durante la cottura.

Cuocerli  in una pentola con abbondante acqua salata in ebollizione per 7-8 minuti. Scolare, condire con il Sugo alla Norma (precedentemente riscaldato per un paio di minuti) e completare con una spolverata di ricotta salata e del basilico fresco.

N.B. La ricotta salata può essere sostituita dal Ragusano DOP o dal Parmigiano Reggiano.

marchio in ceralacca multicultivar